Il nostro impianto geotermico

È da qualche anno ormai che si sente parlare di Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel 2015 dai governi di 193 Paesi membri dell’ONU, supportato anche dall’hashtag #agenda2030  appunto. Questa iniziativa ci ha fortemente sensibilizzato, rendendoci sempre più consapevoli del problema inquinamento e attenti quindi a dotarci di tutte le nuove tecnologie che oltre a ridurre i costi sono un vero toccasana per l’ambiente.

 

Uno degli investimenti più importanti di cui ci siamo dotati a Cignella Resort è il sistema di riscaldamento e raffrescamento con pannelli radianti a pavimento con pompa geotermica.

 

Questo sistema, attraverso l’acqua a bassa temperatura (38° C) si irradia nei grandi pannelli sotto al pavimento e scalda l’ambiente in modo veloce e uniforme in inverno e allo stesso modo in estate, facendo scorrere acqua più fresca nelle grandi superfici dei pannelli radianti l’ambiente si raffresca uniformemente, senza avere il fastidioso effetto dell’aria condizionata che crea ambianti più freddi rispetto ad altri.

 

Una soluzione che grazie alla sua grande versatilità, abbiamo potuto applicare anche in un ambiente di recupero come quello di Cignella Resort, ricavato appunto dal restauro di un’antica fattoria.

 

I vantaggi di questo sistema sono davvero molti, e dal punto di vista dell’ospite i più evidenti sono sicuramente il benessere termico, la qualità dell’aria e l’igiene. Non bisogna però sottovalutare l’impatto ambientale, che di sicuro non sfugge agli ospiti più attenti a queste problematiche e il risparmio energetico che a fronte di un investimento iniziale si traduce nel lungo periodo in bollette sempre meno esose

 

Attraverso degli studi specifici, vista la particolarità della struttura sulla quale bisognava installarlo, composta come un piccolo borgo con più edifici in cui ci sono anche delle aree comuni come il bar, la sala colazioni e la reception, a Cignella Resort è stato installato  un impianto geotermico di profondità con il quale è possibile riscaldare o a raffrescare tutti gli alloggi, ognuno dei quali può essere gestito in autonomia dall’ospite.

 

Questa soluzione permette di risparmiare il consumo di circa 20.000 mq di gas ogni anno e di conseguenza di  preservare la natura circostante e non emettere CO2, causa principale inquinamento atmosferico.